Impianti

CHIMICO-FISICI

I trattamenti di tipo chimico-fisico, e naturalmente gli impianti allestiti per lo scopo, sono tra i più diffusi e ancora oggi indispensabili per risolvere molti problemi di depurazione.
Adatti per elevate portate di acqua, sono sempre stati applicati nelle grandi aziende sia per motivi di disponibilità economica che di spazio richiesto per la realizzazione.

Oggi anche le piccole e le medie imprese sono in condizione di dover risolvere, al proprio interno, problemi di depurazione per ovviare a costi di smaltimento sempre più gravosi.
Affrontare la costruzione di impianti chimico-fisici tradizionali però può richiedere investimenti insostenibili se paragonati alle reali necessità di trattamento.

Per questo motivo Alkematec ha realizzato una serie di piccoli impianti compatti, totalmente automatizzati, utili a trattare portate da 5 a 50 mc/giorno.

Ogni singolo impianto è studiato e costruito per rispondere alle necessità del cliente e può utilizzare prodotti liquidi o in polvere.

ELETTROCOAGULAZIONE

Tecnologia nota sin dall’inizio del 1900, ha trovato applicazione nel trattamento delle acque reflue solo negli ultimi tempi.

Versatile ed economica, può essere utilizzata in un’ampia varietà di situazioni (abbattimento metalli, sostanze organiche, oli, grassi, colore, odore, sali di varia natura disciolti, composti azotati…) grazie alla possibilità di montare elettrodi di materiali diversi.
Inoltre, la geometria modulare permette di trattare flussi modesti, ma, affiancando più moduli, anche flussi molto elevati (anche 80 mc/h).
La stretta collaborazione con INTECNA GROUP, titolare del brevetto e del marchio registrato CELDAR® per i processi di elettrocoagulazione ed elettroflottazione, consente di fornire impianti adatti a ogni esigenza e allo stesso tempo di organizzare test con impianti pilota.

Se vuoi saperne di più visita la sezione CASE HISTORY di questo sito oppure:
www.intecnachemical.com